Trattamento COVID Parte 2: Trattamenti modificanti la malattia (DMT)

Dicembre 29, 2021

Nel nostro ultimo articolo, abbiamo esaminato i comuni trattamenti/terapie attuali e le misure preventive per COVID-19. Le terapie modificanti la malattia sono uno di questi farmaci nell'arsenale contro COVID-19, anche se di solito vengono somministrate solo a persone con condizioni preesistenti che le mettono a maggior rischio di subire effetti più pericolosi da COVID-XNUMX, o pazienti che hanno già un grave Infezione da covid.

Cosa sono i DMT?

Le terapie modificanti la malattia, note come DMT, mirano a modulare gli effetti del sistema immunitario quando si incontrano determinate malattie o condizioni. Sono più spesso utilizzati per condizioni autoimmuni come la SM e lavorano per reprimere una risposta immunitaria iperattiva o fuorviante e ridurre l'infiammazione.

L'infiammazione si verifica spesso nelle normali risposte immunitarie: di solito le cellule rilasciano molecole messaggere note come citochine che aiutano a comunicare alle cellule immunitarie dove andare per combattere l'infezione e che tipo di risposta è richiesta. Le citochine aiutano a regolare il sistema immunitario, avvisando le cellule quando si verificano traumi o infezioni che richiedono attenzione. Le citochine possono agire come messaggeri a livello locale o sistemico (in tutto il corpo). L'afflusso di cellule immunitarie e la loro lotta contro i patogeni nel sito di infezione può causare infiammazione.

Tuttavia, questo sistema solitamente ben controllato può andare terribilmente storto quando la risposta immunitaria è mal indirizzata (come nelle malattie autoimmuni), o il corpo soffre di una malattia grave e la successiva risposta immunitaria è esagerata.

I DMT per COVID-19 possono essere costituiti da una serie di sostanze, come anticorpi monoclonali, anticorpi o anticitochine come gli antagonisti dell'IL-6 (per bloccare i recettori dell'interleuchina 6, un anticorpo pro-infiammatorio presente durante l'infezione da COVID) o gli inibitori della chinasi JAK, e corticosteroidi.

Tempeste di citochine

Nel COVID-19, i DMT vengono somministrati ad alcuni pazienti a più alto rischio di malattia grave, che è molto più probabile che provochi una risposta immunitaria eccessiva o altrimenti inappropriata a causa di altre condizioni di salute e dei relativi trattamenti.

Alcuni degli effetti più gravi associati al COVID sono in realtà dovuti alla risposta immunitaria piuttosto che alla malattia stessa. Con una grave infezione da COVID, il sistema immunitario può reagire in modo eccessivo quando cerca di combattere la malattia e innescare condizioni come una tempesta di citochine: è qui che si verifica un'infiammazione estrema a causa della produzione di grandi quantità di molecole di comunicazione cellulare chiamate citochine. Come discusso in precedenza, le citochine sono normalmente utili, tuttavia in una tempesta di citochine in cui viene secreta una quantità eccessiva di queste molecole messaggere, un numero enorme di cellule immunitarie si riunisce rapidamente in un unico punto per combattere l'infezione, portando a livelli di infiammazione più grandi del solito . Ciò può quindi causare danni ai vasi sanguigni, insufficienza multiorgano e, nel caso di COVID-19, danni ai polmoni. La sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS) è stata collegata a tempeste di citochine ed è una delle principali cause di morte.

Quali DMT vengono somministrati ai pazienti COVID?

La somministrazione di DMT ai pazienti COVID in genere segue protocolli rigorosi. Gli esatti DMT somministrati generalmente dipendono dallo stadio della malattia in cui si trova la persona, dalla sua età attuale, dal sesso o dallo stato di salute e da qualsiasi altro farmaco o condizione di salute che potrebbe avere.

per adulti con condizioni che possono aumentare la gravità del COVID, come alcuni tipi di malattie cardiache, renali, polmonari o epatiche, obesità, immunocompromessi o anziani, trattamenti modificanti la malattia (DMT) come Sotrovimab, Budesonide o Casirivimab più Imdevimab può essere offerto. Questi vengono in genere somministrati entro 5-7 giorni dall'insorgenza della malattia, con l'obiettivo di ridurre al minimo la progressione della malattia ed evitare malattie gravi e ospedalizzazione.

Per i casi da moderati a gravi di COVID-19 che in genere richiedono il ricovero ospedaliero, possono essere somministrati DMT come Sotrovimab, Baricitinib, Tocilizumab o Casirivimab più Imdevimab.

Alcuni di questi DMT non sono raccomandati per i bambini di età pari o inferiore a 12 anni, né vengono sempre somministrati a donne attualmente in gravidanza o allattamento.

Posso semplicemente prendere qualsiasi DMT o DMARD per COVID?

In breve – no. DMT e DMARD sono utilizzati in una serie di altre condizioni di salute, ma generalmente non possono essere usati in modo intercambiabile in quanto sono trattamenti in qualche modo mirati. È anche importante notare che se stai già utilizzando un particolare DMT per un'altra condizione di salute, dovresti continuare a prenderlo e parlare con il tuo medico in caso di dubbi. Gli studi hanno scoperto che il DMT che stai assumendo per un'altra condizione di salute come la SM non ha alcun effetto sulla gravità dei sintomi di COVID, tuttavia alcuni DMARD usati per l'artrite reumatoide hanno aumentato la probabilità di ricovero in ospedale con COVID.

I DMARD come l'idrossiclorochina sono stati promossi all'inizio della pandemia, tuttavia gli studi hanno scoperto che non erano efficaci per ridurre i decessi per COVID, i tassi di ospedalizzazione o la necessità di ventilazione meccanica.

Nel nostro prossimo articolo daremo uno sguardo agli antivirali e nella Parte 4 esamineremo alcuni degli altri trattamenti pubblicizzati sul web o che sono attualmente in fase di sperimentazione.

Hai domande?

In caso di domande su COVID-19, agenti patogeni o vaccini o per consigli su come maneggiare in sicurezza le sostanze pericolose, contatta il team Chemwatch oggi. Il nostro personale cordiale ed esperto attinge da anni di esperienza per offrire i più recenti consigli del settore su come rimanere al sicuro e rispettare le normative in materia di salute e sicurezza.

Fonte:

Richiesta veloce