I rospi delle canne sono l'animale più antipatico al mondo?

Gennaio 26, 2022

Sinonimo della parola "parassita", i rospi delle canne sono spesso considerati con disgusto e rabbia, specialmente da agricoltori e lavoratori agricoli di cui terrorizzano i mezzi di sussistenza. Ma qual è la vera storia dietro questo anfibio grumoso, velenoso e poco attraente? Continua a leggere per scoprire come questa particolare razza di rospo è arrivata a possedere una reputazione così nefasta e se è del tutto meritata o meno.

Cosa c'è in un nome?

Conosciuto anche come Rennella Marina, i rospi delle canne possono diventare anfibi adulti grandi e aggressivi. Gli adulti maturi e robusti di solito misurano tra 15 cm e 25 cm di lunghezza. La loro pelle è secca, verrucosa e giallo-marrone sul dorso, con un colore più chiaro, spesso bianco, giallo chiaro o talvolta grigio screziato sul lato inferiore. 

Storia

Originari dell'America meridionale e centrale, i rospi delle canne hanno causato una devastazione diffusa in tutta l'Australia sin dalla loro prima introduzione. Nel 1935, circa 100 rospi della canna furono portati nel Queensland per controllare i parassiti dei coleotteri nelle piantagioni di canna da zucchero. Quando sono stati rilasciati, si erano schiusi 2,400 rospi e da allora il loro numero si è moltiplicato in modo esponenziale. Oggi si stanno spostando verso ovest a una velocità stimata tra i 40 ei 60 km all'anno. Originariamente introdotta in una sola regione del Queensland, la popolazione di rospi canne si è ora diffusa in gran parte dello stato, così come in WA, NSW e NT. 

Piccoli rospi

Il detto "razza come conigli" dovrebbe davvero essere cambiato in "razza come rospi delle canne", perché c'è una buona ragione per cui la loro popolazione è cresciuta così rapidamente in così poco tempo. Ogni femmina di rospo delle canne può deporre fino a 35,000 uova alla volta e si riproducono in qualsiasi momento dell'anno. 

Le uova vengono deposte in lunghi fili gelatinosi; a volte questi fili si aggrovigliano per formare una massa di uova. I girini del rospo di canna sono piccoli e crescono fino a circa 3 cm. A differenza dei girini delle rane autoctone, i girini del rospo delle canne non salgono sulla superficie dell'acqua per respirare. I giovani rospi delle canne più piccoli possono essere facilmente scambiati per rane autoctone. Questi giovani rospi hanno un aspetto molto diverso dalle loro controparti adulte, con una pelle più liscia e più scura.

I rospi adulti e i cuccioli di rospo hanno un aspetto leggermente diverso, ma entrambi hanno un luccichio negli occhi!
I rospi adulti e i cuccioli di rospo hanno un aspetto leggermente diverso, ma entrambi hanno un luccichio negli occhi!

Tossicità e impatto dei rospi

Perché tutto l'odio? I rospi della canna non sono il solito rospo: sono estremamente velenosi per gli animali, sia selvatici che domestici (cioè animali domestici). 

I rospi della canna hanno grandi ghiandole parotidee sulla spalla che secernono una tossina quando il rospo si sente minacciato. La tossina è una bufotossina, che può causare battito cardiaco accelerato, convulsioni, paralisi e morte. La pelle degli esseri umani generalmente non reagisce allo stesso modo della pelle degli animali nativi, ma il veleno può irritare gli occhi e le mucose. 

Questa ghiandola parotide si trova sull'anfibio dalla nascita, quindi anche i girini di rospo di canna sono velenosi. Ciò significa che qualsiasi animale che tenti di mangiare un rospo (o girino) spesso morirà nel processo. I rospi della canna mangiano anche quasi tutto, inclusi cibo per animali domestici, carne e avanzi di cibo. Quotidianamente, consumeranno insetti e talvolta animali più grandi, inclusi piccoli mammiferi e rane autoctone.  

Piano di gestione australiano

Per ridurre l'impatto e la diffusione dei rospi delle canne, sono stati stabiliti piani di gestione (piuttosto che di controllo). Al momento non sono in atto piani di controllo in tutta l'Australia, poiché qualsiasi piano di eradicazione potrebbe danneggiare contemporaneamente la flora e la fauna autoctone, quindi i rospi incriminati devono essere raccolti utilizzando trappole e recinzioni e rimossi manualmente. 

La gestione del rospo della canna è un compito piuttosto manuale.
La gestione del rospo della canna è un compito piuttosto manuale.

Questi metodi di rimozione variano nella loro efficacia, poiché questi anfibi sono piuttosto astuti. 

I rospi delle canne sono molto bravi ad adattarsi all'ambiente circostante, quindi anche se esistesse un metodo progettato per rimuoverli, ci sono tutte le possibilità che sarebbero in grado di evitare il rilevamento. Quindi, sembra che i rospi delle canne siano qui per restare!

Chemwatch può aiutare!

Anche se non possiamo controllare quei fastidiosi rospi delle canne, noi può ti aiuta a controllare le tue sostanze chimiche. Abbiamo molti anni di esperienza nella gestione delle SDS, nella valutazione del rischio, nel GHS, nella risposta alle emergenze 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX, nella mappatura termica e molto altro ancora! Contattaci oggi su vendite@chemwatch.net

Fonte:

Richiesta veloce