Cartello di merci pericolose per il trasporto

Febbraio 23, 2022

L'imballaggio e il trasporto di sostanze chimiche pericolose (hazchem) e merci pericolose comporta un rischio innato, quindi è di vitale importanza che queste sostanze siano immagazzinate ed etichettate in linea con le norme sulla salute e sicurezza sul lavoro. I cartelli sono fondamentali per garantire lo stoccaggio sicuro di merci pericolose sia nelle strutture che durante il trasporto. Continua a leggere per capire meglio perché i cartelli sono necessari e come interpretarli correttamente.

Cosa sono i cartelli?

I cartelli vengono utilizzati come indicatori visivi di sostanze chimiche ad alto rischio e merci pericolose in una determinata area. Ciò include impianti di produzione e stoccaggio e veicoli per il trasporto di merci. Un cartello deve essere posizionato in modo che siano visibili da entrambi i lati di un veicolo o di un container.

A cartellone è definito nell'Australian Dangerous Goods Code come qualsiasi etichetta di classe o pannello informativo di emergenza (EIP) apposto su un'unità di trasporto merci o su un'unità targhettabile. 

A carico del cartello è definita come qualsiasi unità trasportata di merci pericolose che deve essere munita di un'etichetta di classe o di EIP. Vedere la tabella 5.3 di seguito per le quantità minime che richiedono un EIP.

A unità di trasporto merci include uno dei seguenti elementi: un veicolo per il trasporto su strada o su rotaia, una cisterna portatile, un container per rinfuse o merci o un CGEM. A questo proposito, il veicolo e il recipiente di carico del cartello sono entità distinte.

Le unità di trasporto merci includono veicoli per il trasporto su strada, vagoni merci ferroviari, cisterne e contenitori portatili, nonché contenitori di gas a più elementi.
Le unità di trasporto merci includono veicoli per il trasporto su strada, vagoni merci ferroviari, cisterne e contenitori portatili, nonché contenitori di gas a più elementi.

Quando sono necessari i cartelli?

I requisiti di carico del cartello possono variare tra le regioni e la modalità di trasporto. Le merci pericolose trasportate via mare o per via aerea sono soggette alla regolamentazione marittima e aeronautica internazionale, piuttosto che alle leggi locali. 

Tutti i pacchi e gli articoli di merci pericolose trasportati su strada e ferrovia in Australia devono mostrare un'etichetta che includa la classificazione DG e il numero ONU della sostanza, come mostrato di seguito:

Un'etichetta generica per merci pericolose.

I pannelli informativi di emergenza (EIP) sono un tipo di cartello utilizzato su merci pericolose sfuse portatili o trasportate all'interno dell'Australia. I carichi di merci pericolose trasportati superiori a 500 L o kg devono essere muniti di cartelli EIP per identificare eventuali pericoli presentati dalla sostanza o dalla sostanza chimica, nonché fornire i dettagli di contatto dei servizi di emergenza. La versione 7.7 dell'Australian Code for the Transport of Dangerous Goods by Road & Rail delinea le quantità minime di merci che richiedono la cartellonistica con pannelli informativi di emergenza, oltre alle etichette di classe. Vedi la tabella qui sotto.


Tabella 5.3: Carico della targhetta (quantità minime) 
(Un carico di cartello è definito in 1.2.1.1) 

Nota: il carico deve essere valutato rispetto a entrambi Tabella 5.3.1 e Tabella 5.3.2
Tabella 5.3.1
Merci pericolose non trasportate ai sensi del Capitolo 3.4
 
Merci pericolose nell'unità di trasporto merci Quantità di carico del cartello
(A) Qualsiasi merce pericolosa in un recipiente (diverso da un articolo) con a: 
• capacità > 500 L; o 
• massa netta > 500 kg
Uno o più di tali recipienti (cioè una o più unità placardabili) 
(B) Qualsiasi quantità di: 
• Divisione 2.1 (eccetto Aerosol); o 
• Divisione 2.3; o 
• Gruppo di imballaggio I di qualsiasi Classe o Divisione
Quantità complessiva di tutte le merci pericolose (diverse da LQ) nell'unità di trasporto merci ≥ 250 kg(L) (vedi Nota 5)
(C) Divisione 6.2 Categoria A Tutte le quantità
(D) Divisione 6.2 (diversa dalla Categoria A) ≥ 10 kg(L)
(E) Carichi dove (a) – (d) non si applicano Quantità aggregata di merci pericolose (diverse da LQ) ≥ 1,000 kg(L) (vedi Nota 5) – a meno che il carico non sia un'unità sottoposta a fumigazione (UN 3359 –vedi Nota 3), 
Tabella 5.3.2
Merci pericolose trasportate ai sensi del capitolo 3.4
Nota: queste soglie di affissione sono separate e in aggiunta alle soglie di affissione di cui sopra. In pratica, ciò può significare che un singolo veicolo deve essere affisso sia con un cartello per il DG completamente regolato nel carico che con un cartello LQ.
Merci pericolose imballate in quantità limitate e/o merci pericolose di consumo domestico. Quantità di carico del cartello
(F) Quantità limitate di merci pericolose e/o domestiche
merci pericolose di consumo (definite in 1.2.1)
Il carico comprende quantità limitate di merci pericolose e/o merci pericolose di consumo domestico che includono una quantità aggregata di qualsiasi numero ONU da un unico luogo di spedizione di ≥ 2,000 kg(L)
(G) Carichi dove (f) non si applica Merci pericolose in quantità limitate e/o merci pericolose di consumo domestico (definite in 1.2.1)La massa lorda delle merci pericolose in quantità limitate e/o delle merci pericolose di consumo domestico è > 8 tonnellate (vedi Nota 5)

Tabella 5.3 – Note
NOTA 1: Per le quantità di cartellonistica di Classe 1, vedere l'Australian Explosives Code.
NOTA 2: Per le quantità di cartellonistica della Classe 7, vedere i codici di condotta per il trasporto sicuro di sostanze radioattive. 
NOTA 3: Un'unità sottoposta a fumigazione (UN 3359) conforme al capitolo 5.5 che non contiene altre merci pericolose non è un carico di cartelli e non deve essere inclusa nella quantità aggregata di merci pericolose quando si determina un carico di cartelli.
NOTA 4: Per il trasporto terrestre interamente all'interno dell'Australia, questo Codice richiede che i cartelli siano esposti sulle unità di trasporto merci se contengono un carico di cartelli, come determinato dalla Tabella 5.3. Va notato che le unità di trasporto merci contenenti quantità inferiori potrebbero dover essere targhette in conformità con il codice IMDG prima che siano accettabili per il trasporto via mare, anche all'interno delle acque australiane. 
NOTA 5: Quando si trasporta un carico che contiene merci pericolose specificate in (b) o (e) della Tabella 5.3.1 e merci pericolose specificate in (g) della Tabella 5.3.2, ciascuna delle quali si trova al di sotto di un carico su un cartello, il combinato la quantità di merci pericolose nel carico deve essere calcolata e il risultato valutato rispetto alla soglia pertinente nella tabella 5.3.1.  
Calcolo della quantità combinata 
(i) Se la soglia rilevante per le merci pericolose nella Tabella 5.3.1 è (b) – la quantità combinata = la quantità aggregata regolata DG + 10% del peso lordo del LQ/DC; o 
(ii) Se la soglia rilevante per le merci pericolose nella Tabella 5.3.1 è (e) – la quantità combinata = la quantità aggregata regolata DG + 25% del peso lordo del LQ/DC

Anche i cartelli e le etichette di classe DG devono rispettare i requisiti di visibilità. Un'etichetta di classe codice DG deve essere orientata in un diamante, i cui lati devono misurare almeno 250 mm. Se sono presenti più etichette di classe rilevanti, queste devono essere tutte visibili e devono misurare non meno di 100 mm.

Come si legge un cartello?

Anche i cartelli e gli EIP sono vitali per garantire che qualsiasi situazione di emergenza venga gestita in modo sicuro ed efficace. In caso di incendio o incidente chimico, i servizi di emergenza devono sapere quale classe di merci pericolose è coinvolta in modo da poter rispondere in modo appropriato e senza esacerbare la situazione. I numeri Hazchem sugli EIP sono particolarmente utili per le azioni di risposta alle emergenze.

Uno dei principali vantaggi dei cartelli è che sono facilmente riconoscibili. Interpretarli correttamente richiede solo la comprensione di etichette e parole chiave o codici. Sebbene la maggior parte delle informazioni rappresentate sui cartelli sia coerente in tutto il mondo, ci sono lievi differenze quando si tratta di informazioni aggiuntive come codici colore, dettagli di contatto di emergenza o numeri hazchem (che sono utilizzati solo in Australia, Malesia, Nuova Zelanda, India , e il Regno Unito).

Un pannello informativo di emergenza in Australia conterrà le seguenti caratteristiche: un numero di sostanza ONU a 4 cifre, un nome di sostanza, un codice hazchem da 2 a 3 cifre e un'etichetta di classe del codice di merci pericolose secondo le designazioni seguenti:

  • Classe 1: esplosivi
  • Classe 2: Gas
  • Classe 3: Liquidi infiammabili
  • Classe 4: Solidi infiammabili; sostanze soggette a combustione spontanea; sostanze che, a contatto con l'acqua, sprigionano gas infiammabili
  • Classe 5: Materie ossidanti e perossidi organici
  • Classe 6: Sostanze tossiche e infettive
  • Classe 7: materiale radioattivo
  • Classe 8: Materie corrosive
  • Classe 9: Materie e articoli pericolosi vari, comprese le sostanze pericolose per l'ambiente

Le classi 1, 2, 4, 5 e 6 hanno sottoclassi che specificano ulteriormente il pericolo presentato. 

Un EIP per merci pericolose per etere etilico.
Un EIP per merci pericolose per etere etilico.

Sono presenti cartelli aggiuntivi per altre categorie di merci pericolose, come merci pericolose di classe mista, sostanze mantenute ad alta temperatura (maggiore di 100oC per liquidi o 240oC per i solidi) o per sostanze pericolose per l'ambiente.

Chemwatch è qui per aiutarti

Se vuoi saperne di più sulla sicurezza chimica, lo stoccaggio o le normative, siamo qui per aiutarti. In Chemwatch abbiamo una gamma di esperti che copre tutti i campi della gestione chimica, dalla mappatura del calore alla valutazione del rischio allo stoccaggio di sostanze chimiche, all'eLearning e altro ancora. Contattaci oggi per saperne di più su vendite@chemwatch.net.

Fonte:

Richiesta veloce