Introduzione alla classificazione e all'etichettatura armonizzate (allegato VI al regolamento CLP)

29/06/2022

L'Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA) è l'agenzia principale per supervisionare tutte le cose relative alla gestione delle sostanze chimiche nell'Unione europea. Si occupano di sostanze chimiche pericolose e miscele vendute sul mercato dell'UE, regolano le sostanze estremamente preoccupanti per la salute umana e la sicurezza ambientale e ricevono notifiche dai centri antiveleni.

L'ECHA è anche l'organismo di supervisione del regolamento sulla classificazione, l'etichettatura e l'imballaggio (CLP) nell'UE, fornendo aggiornamenti politici e linee guida ai produttori e distributori di sostanze chimiche. L'ECHA garantisce che ogni produttore, fornitore, venditore e consumatore sia sulla stessa pagina per quanto riguarda i rischi chimici. È qui che la classificazione e l'etichettatura armonizzate diventano essenziali. 

Anche se l'ECHA fornisce il quadro normativo per il CLP, la responsabilità dell'applicazione spetta alle autorità nazionali.
Anche se l'ECHA fornisce il quadro normativo per il CLP, la responsabilità dell'applicazione spetta alle autorità nazionali.

Cos'è il CLP

Il regolamento sulla classificazione, etichettatura e imballaggio (CLP) ((CE) n. 1272/2008) si basa sul sistema globale armonizzato delle Nazioni Unite (GHS). Il suo scopo è garantire un elevato livello di protezione della salute e dell'ambiente, nonché la libera circolazione di sostanze, miscele e articoli all'interno dell'UE. Il regolamento CLP detta la classificazione e l'etichettatura delle merci pericolose sulla base della tabella delle voci armonizzate nell'allegato VI del regolamento CLP. 

In generale, un'etichetta conforme al regolamento CLP deve riportare alcuni elementi dell'etichetta del sistema GHS delle Nazioni Unite, inclusi pittogrammi di pericolo, avvertenze, consigli di prudenza e pericolo, insieme a qualsiasi informazione supplementare che rifletta la classificazione assegnata della sostanza o miscela. 

Un esempio di etichetta CLP per una sostanza (non destinata al pubblico), tratta dalla Guida all'etichettatura e all'imballaggio dell'ECHA 2021.
Un esempio di etichetta CLP per una sostanza (non destinata al pubblico), tratta dalla Guida all'etichettatura e all'imballaggio dell'ECHA 2021.

Cosa sono le voci armonizzate

La classificazione e l'etichettatura armonizzate (CLH) è un quadro normativo creato dall'ECHA per coordinare la classificazione e l'etichettatura di tutte le sostanze pericolose sul mercato nell'UE e per garantire un'adeguata gestione del rischio per queste sostanze.

L'allegato VI del regolamento CLP fornisce un elenco completo di tutte le voci di sostanze armonizzate, che elenca oltre 4000 sostanze. Un elenco completo (non ufficiale) è disponibile presso l'ECHA sito web in un foglio di calcolo Excel a cui fornitori e distributori possono accedere facilmente, tuttavia la versione formalizzata delle voci armonizzate è reperibile nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Per ciascuna voce dell'elenco, l'allegato VI fornisce le seguenti informazioni (se del caso):

  • Indice n.
  • Identificazione chimica internazionale
  • CE n.
  • Numero CAS
  • Classificazioni, tra cui 
    • classi di pericolo
    • codice/i di categoria
  • Etichettatura, compreso
    • Pittogramma, codice(i) della parola chiave
    • Codici di indicazioni di pericolo
    • Supplemento/i codici di indicazioni di pericolo
  • Limiti di concentrazione specifici, fattori M 
  • Note
  • ATP inserito/ATP aggiornato (ad es. l'edizione del CLP o dell'ATP in cui la voce è stata aggiunta all'allegato VI)

Le note sono indicate da lettere e/o numeri, ulteriormente specificati nella Gazzetta ufficiale dell'allegato VI documento

Le note da A a U possono specificare diverse proprietà o preparati applicabili a diverse classi di sostanze che possono modificare i requisiti CLP. Ad esempio, la Nota F specifica che “Questa sostanza può contenere uno stabilizzante. Se lo stabilizzante modifica le proprietà pericolose della sostanza, come indicato dalla classificazione nella parte 3, la classificazione e l'etichettatura devono essere fornite in conformità con le regole per la classificazione e l'etichettatura delle miscele pericolose.

Le note da 1 a 7 elencano le specifiche relative alle convenzioni di etichettatura, il più delle volte in relazione alla concentrazione della sostanza. Ad esempio, la Nota 5 specifica che "i limiti di concentrazione per le miscele gassose sono espressi come percentuale di volume per volume".

Perché sono necessari il CLH e l'allegato VI

Il sistema di classificazione ed etichettatura armonizzato è stato messo in atto per garantire che i rischi presentati da tutte le sostanze pericolose distribuite nell'UE siano coerenti e contabilizzati. 

L'etichettatura secondo CLP è richiesta quando:

  • La sostanza o la miscela è classificata come pericolosa
  • La miscela contiene una o più sostanze classificate come pericolose al di sopra di una certa soglia (articolo 25, paragrafo 6, del regolamento CLP)
  • L'articolo ha proprietà esplosive

Ogni anno l'ECHA adotta l'Adattamento al progresso tecnico, che include aggiornamenti e modifiche al regolamento CLP. Spesso, ma non sempre, ciò include aggiornamenti all'allegato VI e alla tabella delle classificazioni armonizzate. Ciò garantisce che il CLP si evolva insieme al settore e che, con una classificazione armonizzata, la preoccupazione per la salute umana e la sicurezza ambientale sia fondamentale.

Chemwatch è qui per aiutarti

In Chemwatch gestiamo il nostro database completo di normative e sostanze chimiche, basato su oltre 30 anni di esperienza nel settore chimico, e siamo ben attrezzati per aiutarti con tutte le tue esigenze di regolamentazione chimica. Contattaci oggi per assistenza in merito all'etichettatura chimica, alla valutazione del rischio, alla gestione della SDS e altro ancora! Puoi anche inviarci un'e-mail direttamente a vendite@chemwatch.net.

Fonte:

Richiesta veloce