Bollettino 11 ottobre 2019

In primo piano questa settimana

arsina

L'arsina è un composto inorganico con la formula AsH3. Questo gas infiammabile, piroforico e altamente tossico è uno dei composti più semplici dell'arsenico. [1] L'arsina ha un odore simile all'aglio o di pesce che può essere rilevato a concentrazioni di 0.5 ppm e superiori. Poiché l'arsina non è irritante e non produce sintomi immediati, le persone esposte a livelli pericolosi potrebbero non essere consapevoli della sua presenza. L'arsina è solubile in acqua. [2] L'arsina si forma quando l'arsenico entra in contatto con un acido. [3]


Scarica l'intero PDF qui sotto


In evidenza Articoli

Nuove consultazioni di regime

Il 1 ° luglio 2020, l'Australian Industrial Chemicals Introduction Scheme (AICIS) sostituirà l'attuale schema. Come con NICNAS, i costi di gestione di AICIS saranno recuperati attraverso tariffe e oneri imposti a importatori e produttori (introduttori) di prodotti chimici industriali. Il NICNAS sta cercando le vostre opinioni sui principi e le opzioni, delineati in un documento di consultazione pubblicato di recente, che verranno utilizzati per stabilire le tariffe e le spese per AICIS. Il feedback verrà utilizzato per sviluppare una bozza di dichiarazione di implementazione del recupero dei costi (CRIS), che includerà un programma proposto di tariffe e addebiti per gli introduttori ai sensi dell'AICIS. Ulteriori informazioni sulla consultazione sono disponibili su: Scarica documento di consultazione - Principi per il recupero dei costi di AICIS [PDF 1.1 MB]. La consultazione si chiuderà il 14 ottobre 2019.

http://phys.org

Resistenza alla corrosione delle barre di acciaio nel calcestruzzo se miscelate con microrganismi aerobici

L'ossigeno disciolto nella soluzione dei pori è spesso un fattore di controllo che determina la velocità del processo di corrosione delle barre di acciaio nel calcestruzzo. Questo studio riporta la resistenza alla corrosione e le proprietà di polarizzazione delle barre di acciaio in un campione di malta miscelato con microrganismi aerobici. L'aggiunta dei microrganismi nelle miscele di malte ha portato a una maggiore resistenza alla corrosione, confermata dal ridotto tasso di permeabilità all'ossigeno, basato sulle proprietà di polarizzazione catodica. Questo studio riporta un nuovo metodo per aumentare la resistenza alla corrosione tramite una ridotta disponibilità di ossigeno disciolto nelle reazioni catodiche che potrebbero essere ottenute attraverso processi metabolici di Bacillus subtilis natto aerobico in presenza di fonti di carbonio organico. Inoltre, l'approccio è vantaggioso nel facilitare la formazione del carbonato di calcio che sigilla le fessure accompagnate dall'autoguarigione del calcestruzzo. La corrosione delle barre di acciaio nel calcestruzzo porta ad una diminuzione della durabilità del cemento armato. I processi di corrosione possono essere spiegati da reazioni elettrochimiche che avvengono nelle regioni anodiche e catodiche. Quest'ultima reazione richiede ossigeno e acqua, che è un elettrolita in grado di supportare il flusso di elettroni. L'ossigeno disciolto nella soluzione dei pori è spesso un fattore di controllo che determina la velocità del processo di corrosione delle barre di acciaio nel calcestruzzo. Le proprietà sono essenzialmente associate alla permeabilità dell'ossigeno disciolto nella soluzione dei pori. Ciò potrebbe essere influenzato dalle attività metaboliche del Bacillus subtilis natto aerobico miscelato in miscele cementizie. Il Bacillus subtilis natto è resistente a condizioni ambientali sfavorevoli, tra cui salinità e pH estremo, attraverso la formazione di un'endospora nei momenti di stress nutrizionale fino a quando le condizioni non diventano favorevoli. Sono state eseguite misurazioni elettrochimiche per esaminare i processi di corrosione mediante il metodo dell'impedenza CA, misurazioni del potenziale di semicella e misurazioni di corrosione delle macroelle utilizzando amperometri a resistenza zero. Le curve di polarizzazione catodica sono state misurate 28 e 91 giorni prima e dopo che i campioni erano stati esposti a prove di corrosione indotta da cloruri attraverso cicli a secco e a umido. I risultati indicano che il tasso di permeabilità all'ossigeno dedotto in base alla limitazione della densità di corrente è sostanzialmente inferiore nel caso di campioni di malta miscelati con Bacillus subtilis natto. Ciò può essere spiegato dal fatto che l'ossigeno disciolto viene consumato dall'ossidazione della materia organica, processo inizialmente catalizzato dal Bacillus subtilis natto presente nelle miscele di malte durante i periodi di monitoraggio. Sulla base dei risultati ottenuti, l'aggiunta di una soluzione di coltura contenente Bacillus subtilis natto che reagisce con l'ossigeno disciolto ha determinato una maggiore resistenza ai processi di corrosione, confermata dai risultati del potenziale semicella e della densità di corrente di corrosione di microcelle e macroelle.

http://phys.org

Richiesta veloce