Bollettino 17 maggio 2019

In primo piano questa settimana

Cloroformio

Il cloroformio è un composto organico con formula CHCl3. È uno dei quattro clorometani. Il liquido incolore, dall'odore dolce e denso è un trialometano ed è considerato pericoloso. [1] Il cloroformio è leggermente solubile in acqua. È miscibile con alcool, benzene, etere di petrolio, tetracloruro di carbonio, disolfuro di carbonio e oli. Il cloroformio reagisce vigorosamente con sostanze caustiche forti, forti ossidanti, metalli chimicamente attivi come alluminio, litio, magnesio, sodio o potassio e acetone, causando rischi di incendio ed esplosione. Può attaccare plastica, gomma e rivestimenti. Il cloroformio si decompone lentamente sotto l'influenza della luce e dell'aria. Si decompone inoltre a contatto con superfici calde, fiamme o fuoco, formando fumi irritanti e tossici, costituiti da acido cloridrico, fosgene e cloro. [2]


Scarica l'intero PDF qui sotto


In evidenza Articoli

Il nuovo materiale intelligente funziona meglio sotto pressione

A seguito dello sviluppo di una gomma che combina la flessibilità con un'elevata conduttività elettrica, potrebbero presto essere possibili dispositivi indossabili di nuova generazione con sofisticate capacità di rilevamento. Il nuovo materiale composito intelligente, sviluppato dai ricercatori della Facoltà di Ingegneria e Scienze dell'Informazione dell'Università di Wollongong (UOW), mostra proprietà che non sono state osservate in precedenza: aumenta la conduttività elettrica quando si deforma, soprattutto se allungato. I materiali elastici, come le gomme, sono ricercati nella robotica e nella tecnologia indossabile perché sono intrinsecamente flessibili e possono essere facilmente modificati per soddisfare una particolare esigenza. Per renderli elettricamente conduttivi, viene aggiunto un riempitivo conduttivo, come particelle di ferro, per formare un materiale composito. La sfida per i ricercatori è stata trovare una combinazione di materiali per produrre un composito che superi le funzioni concorrenti di flessibilità e conduttività. Tipicamente, quando un materiale composito viene allungato, la sua capacità di condurre elettricità diminuisce quando le particelle di riempitivo conduttivo si separano. Tuttavia, per la sfera emergente della robotica e dei dispositivi indossabili, poter essere piegati, compressi, allungati o attorcigliati mantenendo la conduttività è un requisito fondamentale. Guidato dal professor Weihua Li e dal borsista postdottorato del vicerettore Dr. Shiyang Tang, i ricercatori dell'UOW hanno sviluppato un materiale che butta fuori il libro delle regole sulla relazione tra deformazione meccanica e conduttività elettrica. Usando metallo liquido e microparticelle metalliche come riempitivo conduttivo, hanno scoperto un composito che aumenta la sua conduttività all'aumentare della sollecitazione esercitata su di esso: una scoperta che non solo apre nuove possibilità nelle applicazioni, ma è avvenuta anche in modo inaspettato. Dr. Tang ha detto che il primo passo è stato una miscela di metallo liquido, microparticelle di ferro ed elastomero che, per un incidente fortuito, era stato indurito in un forno per molto più tempo del normale. Il materiale indurito aveva una resistenza elettrica ridotta quando sottoposto a un campo magnetico, ma ci vollero dozzine di campioni in più per scoprire che la ragione del fenomeno era un tempo di indurimento prolungato di diverse ore in più di quanto normalmente sarebbe necessario. "Quando abbiamo allungato accidentalmente un campione mentre stavamo misurando la sua resistenza, abbiamo sorprendentemente scoperto che la resistenza si è ridotta drasticamente", ha affermato il dott. Ha detto Tang. “I nostri test approfonditi hanno mostrato che la resistività di questo nuovo composito potrebbe diminuire di sette ordini di grandezza se allungato o compresso, anche di una piccola quantità. "L'aumento della conduttività quando il materiale si deforma o viene applicato un campo magnetico sono proprietà, a nostro avviso, senza precedenti". I risultati sono stati pubblicati di recente sulla rivista Nature Communications. Autore principale e Ph.D. lo studente Guolin Yun ha detto che i ricercatori hanno dimostrato diverse applicazioni interessanti come lo sfruttamento della conduttività termica superiore del composito per costruire un riscaldatore portatile che riscalda dove viene applicata la pressione. “Il calore aumenta nell'area in cui viene applicata la pressione e si riduce quando viene rimossa. Questa funzione potrebbe essere utilizzata per dispositivi di riscaldamento flessibili o indossabili, come le solette riscaldate ", ha affermato. Il gruppo di ricerca ha studiato materiali che possono cambiare il loro stato fisico, come forma o durezza, in risposta alla pressione meccanica. Con l'aggiunta della conduttività elettrica, i materiali diventano "intelligenti" essendo in grado di convertire le forze meccaniche in segnali elettronici. Il professor Li ha affermato che la scoperta non solo ha superato la sfida chiave di trovare un materiale composito flessibile e altamente conduttivo, ma le sue proprietà elettriche senza precedenti potrebbero portare ad applicazioni innovative, come sensori estensibili o dispositivi indossabili flessibili in grado di riconoscere il movimento umano. “Quando si utilizzano compositi conduttivi convenzionali nell'elettronica flessibile, la diminuzione della conduttività durante l'allungamento è indesiderabile perché può influire in modo significativo sulle prestazioni di questi dispositivi e compromettere la durata della batteria. “In questo senso, abbiamo dovuto sviluppare un materiale composito con proprietà che non erano mai state osservate prima: un materiale che può mantenere la sua conduttività, o aumentare la conduttività, in quanto allungato. “Sappiamo che molti progressi scientifici derivano da idee insolite.

http://phys.org

I governi approvano il divieto globale di PFOA, con alcune esenzioni

Più di 180 paesi hanno deciso il 3 maggio di vietare la produzione e l'uso di acido perfluoroottanoico (PFOA), dei suoi sali e dei composti correlati al PFOA ai sensi della Convenzione internazionale di Stoccolma sugli inquinanti organici persistenti (POP). L'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro ritiene che il PFOA possa essere cancerogeno per l'uomo. L'esposizione alla sostanza è anche collegata a disturbi ormonali. In una riunione dei partner del trattato della Convenzione di Stoccolma a Ginevra, i governi hanno stabilito esenzioni che consentono ad alcune applicazioni di PFOA di continuare, incluso l'uso nelle schiume antincendio, una pratica che ha contaminato le acque sotterranee in molte aree del mondo. Tonnellate di queste schiume sono in deposito, pronte ad aiutare i primi soccorritori a spegnere gli incendi alimentati dal petrolio. Alcune di queste schiume contengono anche un altro acido fluorochimico, l'acido perfluoroottanesolfonico (PFOS), che è stato strettamente limitato ma non vietato dalla Convenzione di Stoccolma per un decennio. Nel loro recente incontro, i partner del trattato hanno deciso di vietare l'uso di schiume antincendio contenenti PFOA o PFOS negli esercizi di addestramento e di vietare la produzione, l'importazione o l'esportazione di schiume con una o entrambe le sostanze chimiche. Il gruppo dell'industria chimica FluoroCouncil ha spinto per una transizione dal PFOA alle moderne sostanze chimiche fluorurate che hanno "migliorato la salute umana e i profili ambientali", afferma Jessica Bowman, direttore esecutivo dell'organizzazione. "La quotazione del PFOA ai sensi della Convenzione di Stoccolma con esenzioni minime contribuirà a promuovere questa transizione a livello globale". I governi hanno creato un'esenzione per l'uso di una sostanza chimica correlata al PFOA usata per produrre prodotti farmaceutici, afferma Pamela Miller, co-presidente di una coalizione di gruppi di interesse pubblico, l'International POPs Elimination Network. La sostanza è perfluoroottil ioduro, che può degradarsi a PFOA. Viene utilizzato per produrre perfluoroottil bromuro, che è un coadiuvante tecnologico nella produzione di alcuni prodotti farmaceutici. Sebbene l'esenzione per lo ioduro di perfluoroottile scadrà non oltre il 2036, i partner del trattato la rivedranno e potrebbero potenzialmente eliminarla prima di allora, dice Miller a C&EN. I partner del trattato hanno anche concesso esenzioni globali di cinque anni per PFOA e i suoi cugini chimici utilizzati nella produzione di semiconduttori, tessuti per la protezione dei lavoratori, dispositivi medici e rivestimenti fotografici su pellicole. Hanno concesso ulteriori esenzioni da PFOA alla Cina, all'Unione europea e all'Iran per l'uso di PFOA nella produzione di fluoropolimeri, tessuti medici e cavi elettrici. Inoltre, i governi hanno ridotto il numero di usi consentiti per PFOS, i suoi sali e un composto correlato, perfluorottano sulfonil fluoruro, ai sensi della Convenzione di Stoccolma. Hanno eliminato le esenzioni per queste sostanze nel fluido idraulico per l'aviazione e in altre applicazioni speciali. Tuttavia, hanno consentito che l'uso del pesticida sulfluramide, che degrada in PFOS, continuasse senza una scadenza per l'eliminazione graduale. Applicato per controllare le formiche tagliafoglie, l'insetticida è prodotto in Brasile e utilizzato in tutta l'America Latina e nei Caraibi, causando inquinamento da PFOS. "L'uso continuato della sulfluramide in agricoltura senza limiti di tempo protegge le aziende chimiche brasiliane, non la salute umana e l'ambiente", ha affermato Fernando Bejarano dell'International POPs Elimination Network Hub per l'America Latina e i Caraibi.

http://pubs.acs.org/cen/news

Richiesta veloce